• Lucia Padovani

LO STUPRO ... MENTALE

SOGNO:


Sogno di essere in un cinema da sola mentre iniziano a proiettare un film. Nel film ci sono io che, legata mani e piedi, sto per essere stuprata.

Alterno momenti in cui sono fuori e dentro dal film... Sono spaventata a morte e disperata.

Nel frattempo è arrivata gente intorno a me che ride, che è soddisfatta di quello che vede.

Anche quelli dentro al film incitano, mi vengono sulla faccia e mi dicono che tutti devono essere stuprati, che tutti devono accettare questa specie di iniziazione.

Io cerco di ribellarmi, cerco di urlare ma non ho voce e quando la voce torna nessuno sembra sentirla.

Allora mi arrendo e chiudo gli occhi e così mi ritrovo in un altro posto dove regna la luce e la pace.

In quella luce c'è qualcuno che deve avermi ascoltata e mi dice: "Io sono in te, sono in ogni tua cellula.... Camminiamo insieme nella pace e credi che sei comunque protetta perché il tuo cuore e la tua anima hanno capito e chi ha capito è comunque liberato."

Ho camminato per un po' in questa luce e mi sono sentita così bene da desiderare di non tornare più nel mondo ma poi ho capito che chi stupra, chi incita allo stupro e chi sta in silenzio di fronte ad uno stupro, non conosce la luce e la pace e che forse avrei potuto parlargliene.

Quando ho riaperto gli occhi ero fuori dal cinema, con la luce dentro, con la mia consapevolezza e le mie cicatrici ai polsi e alle caviglie.

Quello che sei nessuno te lo potrà mai portare via... Bisogna aver fede!